La settimana - Sito della Parrocchia Sant'Andrea di Cordovado PN

Vai ai contenuti

Menu principale:

La settimana

Domenica 17 giugno - XI Domenica del Tempo Ordinaro

ore 8.30 (Santuario) Sacilotto Bruno e Ines / Driol Guerrino e Adele / Cristante Emma
ore 11.00 (Duomo) per i cresimandi / Zadro Bruno e Silvio / Antonio, Caterina e Silvano / Spangaro Giovanni Battista / Radina Mario / per la comunità parrocchiale
ore 19.00 (Duomo) Sclabas Vittorio e Vernier Maria

Lunedì 18 giugno

ore 19.00 (Duomo Antico) Carla e Giuseppe

Martedì 19 giugno

ore 19.00 (Duomo) Pillon Silvio

Mercoledì 20 giugno

ore 19.00 (Duomo) Ballarin Gianfranco / secondo intenzione persona devota


Giovedì 21 giugno - San Luigi Gonzaga

ore 19.00 (Duomo) Mior Luigia / Faggioni Adele / Medaglia Luigi, Rita, Luisa e Angelo


Venerdì 22 giugno

ore 19.00 (Cimitero) Fiorido Angelo / defunti della parrocchia


Sabato 23 giugno

ore 19.00 (Duomo) Scortegagna Lino e Zadro Armando / Roviani Mario, Orlando Delfina e Roviani Roberta / Batistella Ivo / Sut Attilio, Angelo e Maria


Domenica 24 giugno - Natività di San Giovanni Battista

ore 8.30 (Santuario) Ventoruzzo Maria / Vernier Carlo e Infanti Regina / Corazza Ernesto, Gina e Gabriele
ore 10.30 (Duomo) Bertolini Vittorio e Marcella / Sclabas Giuseppe e Cristante Norina / Bozzato Argia / Torresan Giovanni / Lenardon Eligio / Ongalo Giovanni Battista / secondo intenzione persona devota / per la comunità parrocchiale

ore 19.00 (Duomo) Ventoruzzo Carlo e Olga 



 * * * * 



Abbiamo visto domenica scorsa i parenti di sangue e i teologi di Gerusalemme dare del pazzo e dell'indemoniato al Signore Gesù. Ma chi è il pazzo e chi è l'indemoniato per la Bibbia? Gesù e chi lo ascolta? Oppure chi si mette a contestarlo e non si cura delle sue parole che ci avvertono con premuroso affetto? Osservate come Gesù parla del regno di Dio. Nelle due parabole di oggi si parla di un regno simile a un uomo che getta un seme nella terra. Gesù ci descrive il regno di Dio come qualcosa di molto piccolo, apparentemente insignificante. Qualcosa che avanza molto lentamente ma inesorabilmente, anche a prescindere da ogni umana collaborazione.

Il regno di Dio si scorge dentro la nostra storia. E la sua logica, la sua dinamica, richiede fede e pazienza, proprio come al saggio contadino che semina fiduciosamente in terra è richiesta la pazienza dell'attesa. Il seme del regno di Dio cresce nella storia grazie alla potenza nascosta nel segreto della terra. La Parola di Dio è questo seme che, annunciato nella predicazione a suo tempo darà frutto, anche se nel suo percorso dovrà attraversare vari insuccessi. Dunque fondamentale, nella logica del regno, è saper attendere con pazienza. Risulta inevitabile, alla luce di questa prima parabola, porci la domanda come credenti: nella vita camminiamo in avanti con la logica evangelica, oppure siamo anche noi preda delle odierne ansie da risultato (possibilmente senza attesa, senza fatica, senza dolore e senza insuccessi) che la cultura dominante sparge abbondantemente dappertutto?

La seconda parabola, ben unita alla prima, ci ricorda che il successo per Dio non è come il successo umano, ovvero quella merce che il diavolo vende all'uomo tanto abilmente. Infatti, che cos'è il successo davanti a Dio? Chi è l'uomo/la donna veramente realizzato/a nella vita? Il criterio più comune del pensiero dominante è, è stato e sempre sarà: quell'uomo/donna con più potere, visibilità, denaro, fama, anche con più salute. Quell'uomo/donna con più titoli, che produce di più, che ottiene maggiori risultati.

 Invece la voce di Dio ribatte dicendo:  ascolta Gesù e segui solo Lui! Perché? Perché davanti a lui una vita veramente realizzata è solo quella vita che ama e si dona agli altri. Quella vita che mette da parte ogni impulso di controllo e di dominio sugli altri, rivestendo il grembiule per servirli. Alla fine solo l'amore ti darà pace, sicurezza e felicità, tutto il resto è passeggero e inganna il tuo cuore: quel cuore che non potrà mai raggiungere la felicità se non si dona agli altri per amore”.

Torna ai contenuti | Torna al menu